cerca

Te la do io la risata

21 Marzo 2014 alle 17:00

Non dobbiamo prendercela con Barroso e Van Rompy per quei sorrisetti su Renzi, erano solo di cortesia. Abituati a vedere da molti anni il politico Benigni, sono caduti nell’equivoco per la militanza a sinistra, per l’accento toscano, per l’abbottonatura casual. Pensavano che fosse proprio Benigni, e quando un comico parla ridere è un atto di cortesia. Così come, quando risero per Berlusconi, credevano fosse Lino Banfi. Per sistemarli a dovere, questi eurosignori, la prossima volta manderemo Checco Zalone in persona, con il suo colorito linguaggio pugliese...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi