cerca

I compiti a casa non finiscono mai

19 Marzo 2014 alle 21:00

L’incontro tra Renzi e la Merkel ci ha fatto ricordare quel professore che, ai tempi dell’università, in sede di esame elogiava il candidato per il suo impegno, si diceva sicuro che avrebbe avuto un futuro luminoso e poi, sorridendo affabilmente, restituiva il libretto invitandolo a tornare tra sei mesi. Sappiamo di qualche studente che ha dovuto aspettare il trasferimento del professore per superare l’esame. Ma la Merkel non si trasferirà: fa troppo comodo ai tedeschi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi