cerca

Elogio dell'astensionismo

13 Marzo 2014 alle 10:51

Interrogati dalle Iene all'uscita dal Parlamento,dove avevano appena votato,i deputati di antico e nuovo pelo non hanno saputo rispondere sul limite di sbarramento imposto dalla nuova legge elettorale per i partiti singoli e in coalizione. Rispondevano a vanvera, come chi era stressato per la fatica a cui erano stati sottoposti o- più verosimilmente- perché erano intenti a giocare con il loro IPad durante la seduta in aula. Poiché non è la prima volta che la cosa accade (anche sulla data dell'Unita d'Italia si erano dimostrati ignoranti) perché non decidere di chiudere il Parlamento? Per quello che sanno,per quello che fanno (almeno quelli intervistati) bisognerebbe proclamarli tutti decaduti, per indisciplina sul mandato ricevuto. Se uno studente in classe si distrae alla lezione del maestro viene immediatamente punito, perché un deputato della nazione può essere disattento su una questione che riguarda noi tutti e per la quale lo paghiamo? In democrazia la madre di tutte le corruzioni è l'ignoranza, prima bisogna correggere le menti e poi la prassi: quando si dice che il pesce puzza dalla testa!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi