cerca

Al sacerdote che non firma

20 Febbraio 2014 alle 20:15

Vorrei dire a questo sacerdote che nell'appello del Foglio non si vuole affatto mettere il Papa con le spalle al muro e che la brutta espressione "calare le braghe" è stata usata e pensata solo da lui. Forse un prete può anche permettersi di ingoiare tutto quello che si dice nel mondo in merito all'azienda per cui lavora, basta che tutto scorra liscio e tranquillo fino alla pensione, ma un padre e una madre di famiglia, in virtù dell'impegno educativo che hanno di fronte ai figli non possono non preoccuparsi della crescita umana e cristiana della loro prole che, in un momento come questo, se non si hanno occhi e orecchie volutamente tappati,è esposta a grandi pericoli. Invocare precisa guida e sane prese di posizione dal nostro Papa, avendo fiducia nella sua saggezza, ma soprattutto nell'amore che nutre per il suo gregge, mi sembra proprio e solo cristiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi