cerca

Eutanasia

17 Febbraio 2014 alle 15:12

Leggo che “il Belgio democratico, transnazionale e welferista, è diventato il primo paese a mettere a morte i bambini handicappati dalla fine della Seconda guerra mondiale”. Leggo anche che l’ottanta per cento della popolazione belga è d’accordo. L’Europa non sembra avere niente da ridire. Credo proprio che sia il caso che qualcuno spieghi a costoro che un bambino non è un cavallo che quando si azzoppa si può abbattere con un colpo di pistola. A meno che il punto non sia proprio questo: l’uomo della civiltà 2000, dopo insistite lezioni di morale politicamente corretta e progressista all’urlo l’utero è mio e lo gestisco io, si commuove (giustamente) per la soppressione di un cavallo ma non riesce (abominevolmente) a provare dispiacere per l’eliminazione di una bambino: la giudica semplicemente un diritto acquisito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi