cerca

Del piacere e del fare

17 Febbraio 2014 alle 18:30

Dalle voci che circolano sui possibili membri dell’esecutivo sembra che il candidato premier si accinga a varare un governo che deve “piacere”, piuttosto che un governo che deve “fare” (e cose toste e anche impopolari). Spero di sbagliarmi e che Renzi mi smentisca rapidamente nell’interesse suo e del paese. Certo, per come è arrivato alla presidenza del consiglio (senza avvallo elettorale), è costretto a camminare sul filo del rasoio e non può permettersi nessun errore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi