cerca

Domande d'occasione

7 Febbraio 2014 alle 13:10

Leggere il commento del prof. Forte alle stravaganze della procura della Corte dei Conti è un piacere (amaro). Non resta che soddisfare qualche curiosità. Sarà cinefilo il procuratore, e allegherà Totò e Fontana di Trevi come precedente risolutivo? Perché invece non cita un asset come il risparmio privato, che è lì a immediata disposizione, e che infatti Monti e Letta hanno e continuano a rosicare per tappare falle di bilancio e mantenere la spesa pubblica parassitaria? Non è questa, almeno sinché dura, la maggior se non unica garanzia della tenuta della finanza pubblica, nonché del tessuto sociale (vulgo mantenimento dei “bamboccioni”, ad esempio)? Infine, volendo cedere alla moda criticona e populista, qual’è il costo di produzione di fanfaluche come la presente? E, per domandarla tutta, chi nomina i nostri magistrati contabili, e qual è il loro costo complessivo ed è congruente con le loro prestazioni?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi