cerca

Aborto e rosario

31 Gennaio 2014 alle 13:00

Con il fantasioso, ma di scarso buon gusto, slogan «Basta rosari nelle nostre ovaie» i movimenti abortisti di Francia e Spagna promuovono le loro manifestazioni a favore dell’interruzione di gravidanza usando un rosario a forma di utero che racchiude la scritta: «Il diritto a decidere dei nostri corpi non è questione di fede ma di democrazia». Le manifestazioni si terranno a Madrid e a Parigi il 1 febbraio. Una prima è già stata fatta a Bruxelles il 29 gennaio. Le manifestazioni..... «per far progredire il diritto all’aborto» si terranno proprio un giorno prima della grande mobilitazione europea della "Manif pour tous" contro la “famigliafobia”. A Parigi, Lione, Bruxelles, Bucarest, Madrid, Varsavia e Roma si terranno manifestazioni a favore della famiglia e della vita e contro il tentativo di approvazione al Parlamento europeo della bozza sull’uguaglianza fondata sull’“orientamento sessuale e l’identità di genere”, più nota come rapporto Lunacek. Sostenere che la legge sull'aborto serve per far mantenere alla donna la "sovranità sul suo corpo" è il solito stanco vecchio slogan che chiude ogni discussione ma che non ha più la presa di un tempo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi