cerca

Fumetti d un weekend sulla "strada giusta"

27 Gennaio 2014 alle 17:00

Sigh! CGIA di Mestre si ridesta alla realtà: “Stipendi e pensioni falcidiati dagli aumenti delle gabelle locali”. Sta a vedere che finiremo col rimpiangere il latte mancante alla quarta settimana (come da indimenticabile denuncia elettorale di Bersani), ma subito riapparso col governone Prodi dei 102 sottosegretari. Gulp! GdF relaziona: “In un anno scoperti sprechi e truffe a danno del bilancio statale per 5 miliardi. Individuati 3400 falsi poveri”. Riassumendo: tante formichine che campano di falsa povertà, e un corpacciuto formichiere bugiardone che accampa la sua falsa povertà per scialare. Zot! Tempestiva esemplificazione di quanto sopra, saettone si abbatte sul vertice Inps e rimbalza su altri (Ospedale Israelita, Equitalia e un altro par di decine) illuminando un possibile destinatario della riesumazione del conflitto di interessi, evocata da Letta (preveggente o memore tardivo delle perplessità di “Report” del 23.10.2012?). Il boiardo tuttofare è presidente Inps dal 4.8.2008 col voto unanime di ambo le Commissioni del Lavoro parlamentari: garantite ghiotte zuffe politiche, a edificare pensionati e rallegrar grillini. Adesso, Signor Presidente del Consiglio, un cinguettio proprio ci vuole. Cip.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi