cerca

Risuonano i tamburi di guerra

17 Dicembre 2013 alle 20:45

La lotta politica nella sinistra, socialista e libertaria (ex-comunisti) non cambia di una virgola – il ‘che linse?’ di Gianbattista Perasso lo lancia Piero Sansonetti sul Foglio. Lasciamo stare Berlusconi che sul metodo di lotta politica usato contro di lui, gli ex-comunisti se la giocano, fatti i debiti confronti in democrazia, con Mussolini. Azzoppato l’uomo di Arcore, il pericolo fascista diventa chi nella sinistra è entrato in punta di piedi e osato menare fendenti alla vecchia nomenclatura. Anche se il pifferaio fiorentino ha respirato la sua prima aria ben trent’anni dopo la fine dei fatti non c’è niente da fare, per gli ex-comunisti il nemico è per antonomasia fascista, se non lo fosse a loro viene meno la forza di combattere. Dissotterrata l’ascia di guerra, nascosto il calumet della pace, il prode Sansonetti incita Wanka Tanka, il Grande Spirito, a scendere in guerra per la sopravvivenza sua e della specie che non vuole abdicare. Tutto legittimo per carità. Credevo che dopo venti anni di guerra si potesse tornare a una vita politica normale. Niente da fare, per Sansonetti la guerra deve ricominciare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi