cerca

Sic!

10 Dicembre 2013 alle 15:45

In un paese dove un pm può abbattere governi ed eletti dal popolo, senza filtri, senza bilanciamenti, senza responsabilità; dove un magistrato può giudicare senza conseguenze un cittadino, per di più eletto dal popolo, dopo aver detto di volergli fare il culo; dove lo Stato è accusato da istanze sovranazionali di praticare la tortura con la carcerazione facile e inumana; dove un presidente del Senato, ex magistrato, che dovrebbe garantire la libertà del dibattito parlamentare, censura un senatore su un argomento (il capo dello Stato) prima ancora che inizi a parlare; dove quel senatore nemmeno se ne accorge e il resto del Senato abbozza; dove giornalisti di una tendenza (oggi destra) vengono condannati al carcere o intimiditi con perquisizioni personali e domiciliari; dove giornalisti di altra tendenza (oggi sinistra) vengono riforniti misteriosamente di atti giudiziari riservati che alimentano il loro volantinaggio; dove un capo dello Stato definisce «cancro» le elezioni anticipate, frequenti nelle democrazie occidentali, per di più decise dai governi e non dai capi di Stato; dove un capo dello Stato non eletto dal popolo intimidisce con un comunicato i partecipanti a una manifestazione di solidarietà a un leader eletto dal popolo, i quali non si sono mai distinti per violenze, anzi le hanno subite nel silenzio del medesimo capo dello Stato; dove la polizia capisce subito e rimuove striscioni sgraditi al capo dello Stato; dove l’interferenza di governi e burocrazie estere ha raggiunto, nell’indifferenza se non nell’ossequio, livelli di sfacciataggine che scandalizzerebbero Clare Boothe Luce; dove giuristi di Corte e capo dello Stato ritengono costituzionale un parlamento eletto con una legge incostituzionale; in un paese siffatto, sono irresponsabili, estremisti ed eversori coloro che invocano la legittimazione del potere con l’espressione della sovranità popolare, cioè il ricorso al più negletto e disprezzato degli organi costituzionali, il corpo elettorale. Sic!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi