cerca

Violante e quel ritrovato garantismo

4 Dicembre 2013 alle 12:30

Caro Direttore, quando un avversario politico, con lealtà e in un delicato e cruciale passaggio storico-politico della storia repubblicana come la decadenza senatoriale dell’ex premier Berlusconi, con onestà intellettuale, dichiara: “Il mio partito non ha garantito i diritti di Silvio Berlusconi”, non merita, visto l’aria che tira e il futuro che potrebbe attenderci, un sincero plauso?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi