cerca

E se a Prato l'azionista fosse stato il Cavaliere?

4 Dicembre 2013 alle 09:00

Sono più di trenta anni che a Prato fanno quello che vogliono. E Procura e Finanza non intervengono quasi mai. Addirittura il procuratore Tony: un Far West, siamo impotenti. Una ipotesi comunque la faccio. Se in quelle aziende cinesi ci fosse stato Silvio azionista, state sicuri che Procura, Finanza, sindacati e perfino vigili urbani e pompieri si sarebbero mobilitati giorno dopo giorno, per verificare, controllare, appurare, rendendo di fatto impossibile anche accendere un semplice fiammifero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi