cerca

Made in Prato

2 Dicembre 2013 alle 16:45

Certo, l'ipocrisia dei responsabili (Comune, Provincia, Regione Toscana, sindacati, forze dell'ordine, Finanza ecc.) è strepitosa. Da anni, anzi decenni, anche i bambini in questa zona sanno che migliaia di schiavi (non è un'esagerazione) vivono, se quella è vita, lavorano, muoiono in quel di Prato, sfruttati all'inverosimile in loculi dai vetri oscurati, in ambienti malsani dove sono di fatto ridotti in schiavitù lavorando come animali 24 ore al giorno o poco meno. Tutti zitti. Viene da chiedersi il perché, e la risposta è facile. Ora è lutto cittadino. Vergognatevi, piuttosto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi