cerca

Omicidi e suicidi

29 Novembre 2013 alle 20:00

Il PD ha accelerato la decadenza, ben sapendo che nel Gennaio prossimo Berlusconi sarebbe comunque caduto. Ha teso una magnifica trappola al centro destra. Intanto ha diviso e per lungo tempo l’area, e in secondo luogo ha impedito un rinnovamento (le famose primarie) complessivo dei quadri dirigenti. Se il governo cadrà la carta Renzi servirà al PD per avere una faccia presentabile alle prossime elezioni, poiché probabilmente il governo difficilmente riuscirà a navigare spedito nelle riforme. Si aggiunge, lo leggo dall’articolo di Merlo, che FI ha annunciato che non voterà le riforme. Un altro regalo a Renzi. Continuo a pensare che Berlusconi dovesse dimettersi, Gennaio è alle porte, e trasformare la sconfitta personale in una”epica” politica che neanche Renzi avrebbe potuto contrastare. I sei milioni e passa di voti congelati nel limbo dell’astensione, compreso il mio, si sarebbero resi disponibili a votare anche un Berlusconi leader extraparlamentare. Cosa che non avverrà. L’omicidio politico è un fatto storico che periodicamente s’affaccia alla ribalta. Il suicidio pensavo fosse confinato alla sinistra italiana, devo ricredermi. PS a scanso di equivoci affermo che i due rami ex PDL non sono di mio gradimento. Altre le formazioni che mi stuzzicano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi