cerca

Sergio Soave:”Il vero errore di Giorgio Napolitano”

27 Novembre 2013 alle 15:44

Macché, il vero errore lo abbiamo fatto tutti noi. Il desiderio di illudersi, di rassicurarsi è sempre in agguato. Razionalmente, Giorgio Napolitano: sopravvalutato quando gli s'attribuivano capacità di sincera autocritica e sopravvalutato quando lo si considerava un perfetto gentiluomo. Ma, riferendosi a categorie politiche, l’illusione, che tale resta pur seguita dallo sconforto della delusione, diventa comprensibile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi