cerca

Per cortesia, no

26 Novembre 2013 alle 14:00

Non inizierà mica la guerra dei comici, spero. Checco Zalone rappresenta la destra, altri la sinistra. Per cortesia fermatevi, è una brutta china. Prendete Crozza, di cui non perdo una trasmissione. Inizia sempre i suoi spettacoli con la ramanzina moralistica. Cose trite da politico di classe C. Oltretutto appare “sinceramente” stupito come un piccolo borghese dell’ottocento infatuato di De Amicis. Quindi perfettamente in linea con i suoi compari della sinistra. Seguire i suoi spettacoli mi ricorda quando, da ragazzi, giravamo l’Europa in treno e con poche lire. Si finiva spesso nelle fabbriche di birra perché ti facevano bere gratis. Prima però dovevi sorbirti una mezzoretta di film con la storia dell’azienda. Pleonastico affermare che non ci importava un fico della società: volevamo solo bere “a macca”, cioè gratis. Fermatevi, dicevo, perché si entra in un tunnel dove è difficile uscirne. Poi diventa una droga. Non vorrei dover leggere scemenze tipo: “Di qualcosa di destra” parafrasando il ritornello ideato dal loro ex guru prestato al cinema. Se non credete a me osservate come si sono ridotti a sinistra. Quel mondo è zeppo di persone telecomici/scrittor/registi dipendenti. Poi si lamentano se molti dei loro votano un comico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi