cerca

Che importa se...

22 Novembre 2013 alle 14:56

Che importa se i No Tav infuocano Roma e si oppongono alle direttive francesi oltre che italiane sui lavori della Tav? Che importa se Napoli naufraga nell'incuria e nella sporcizia e/o immondizia perenne? Che importa se Genova sprofonda nel suo mare di degrado, di immigrazione selvaggia, di mancanza di senso civico, di verde non curato, di omertà, di classismo, di finto buonismo e moralismo, di assistenzialismo? Che importa se l'ennesimo Sindaco di Genova del Sel vive da nababbo in un palazzo storico senza quindi pagare IMU e la fa pagare ai suoi concittadini? Che importa se sempre a Genova si è giunti al quinto giorno di sciopero ad oltranza e selvaggio dei trasporti pubblici a cui si sommano AMIU, ASTER e asili e scuole comunali che sciopereranno anche il prossimo lunedi senza garantire servizi per tutto il giorno? Che importa se i genovesi sono dovuti divenire dei maratoneti e non possono permettersi di ammalarsi né di avere delle urgenze tali da aver bisogno di servizio pubblico a causa di una pessima amministrazione comunale che fa acqua da tutte le parti? Che importa se le bollette dei rom che vivono in campi non a norma vengono pagate dalla popolazione e non dagli stessi nomadi che esigono integrazione, diritti senza rispondere con doveri? L'importante è che il popolo sia bue e che non abbia la sovranità. Questo mi sembra essere il trend generale italiano che sta portando il Paese alla totale rovina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi