cerca

Il Potere in Italia

21 Novembre 2013 alle 17:30

Abbiamo letto le motivazioni che hanno indotto i giudici del Tribunale di Milano a condannare Silvio Berlusconi a sette anni per concussione e prostituzione minorile nel processo Ruby. Qui si fa una gran confusione tra codice penale e morale però quello che noto io è un intervento della Magistratura negli equilibri politici italiani a dir poco preoccupante, quali che siano le cause e le motivazioni. Eliminare dalla scena politica un rappresentante del paese utilizzando a suo discapito comportamenti sessuali è una prassi già vista e utilizzata sia qui in Italia che in altri paesi europei e non, ma i protagonisti di tali forme di battaglia si riducevano, e si riducono tuttora là ove vengono tuttora combattute, all'interno delle aule parlamentari, sulle pagine dei giornali e delle riviste scandalistiche, in tutti quei luoghi cioè che sono di adibiti all'attività politica di persuasione e propaganda politica; Il fatto che oggi in Italia tale ruolo sia stato delegato ad un Organo istituzionale così potente e delicato ed, indiscutibilmente, così incontrollabile, data la sua natura, come quello della Magistratura mette il nostro Paese in una situazione in cui la politica non riuscirà più a mantenere il ruolo decisionale che le compete.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi