cerca

I capponi di Renzi

15 Novembre 2013 alle 10:45

La metafora dei capponi di Renzo poteva venire in testa solo ad uno scrittore italiano. Ci accapigliamo, tutti con tutti, tra partiti e nei partiti, tra sindacati, categorie, fino a Nocerina e Salernitana, mentre dai nostri “amici” europei ci arrivano solo legnate che manco i pupi dei teatrini siciliani. Ci eravamo costruiti una bella fetta di interessi con la Libia di Gheddafi e ci hanno costretti a bombardarla rischiando, ora, di riscaldarci col braciere. Ci è stato cucito addosso un euro da un sarto che, più che sarto, sembra un barbiere per il pelo e contropelo serviti. Anche l’astro nascente della politica, Renzi, ignora i problemi che vengono dall’estero, tutto preso dai capponi interni ed esterni al suo partito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi