cerca

Langone e il suo appello per il "battesimo facile"

13 Novembre 2013 alle 15:30

Nel suo intervento "Questi battesimi non s'hanno da fare" il buon Langone sbaglia. Confonde l'esigenza e la serietà di un cammino preparatorio, con le pastoie della burocrazia. Ciò che vale ed è prezioso, caro Langone, richiede impegno e capacità di attesa. Ma nella società odierna prevale - anche in campo religioso - la smania del "tutto e subito". La Chiesa non è supermercato che offre subito la merce richieste ai propri acquirenti. La Chiesa offre un dono di salvezza, lo offre a tutti, ma chiede un unico impegno: chi lo riceve deve essere minimamente consapevole di cosa richiede e di cosa, appunto, riceve. Alle recalcitranti catecumene, di cui riporta le traversie, ricordi che i primi cristiani hanno dovuto patire cose ben più gravi di un'ora di catechismo a settimana....

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi