cerca

Pd : vizi privati e pubbliche virtù

6 Novembre 2013 alle 17:30

Dio solo sa quante prediche ci siamo dovuto sorbire in questi anni dai rappresentanti del Pd circa la questione morale, l’osservanza della legge, la trasparenza dei comportamenti. E’ un discorso che viene da lontano, da quando la sinistra si era ritagliato un ruolo storico di opposizione permanente e , non aspirando realmente a funzioni di governo, si poneva in posizione censoria verso tutti i suoi avversari politici. Chi sta con me è puro chi sta dall’altra parte è contaminato dal potere e dall’illegalità. Poi è accaduto che anche la sinistra ha cominciato a coltivare una vocazione di governo e sono esplose le reali contraddizioni tra i propositi enunciati e i comportamenti. Perciò la storia delle tessere “cammellate “, peraltro non nuova in quel partito in occasione delle primarie, assume un significato che va al di là del piccolo imbroglio di provincia e connota un partito vittima degli stessi comportamenti che il Pd ha finora rimproverato agli altri. Un partito in mano a tanti capetti che pescano nel torbido per influenzare il risultato della primarie sbandierate finora come espressione di democrazia e fiore all’occhiello di quello schieramento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi