cerca

La confusione sui dati dell'economia

6 Novembre 2013 alle 10:14

Non passa giorno che sulle questioni economiche non si registrino disparità di opinioni tra le varie istituzioni. L'ultima vicenda è legata ai dati riferiti alle prospettive economiche dell'Italia. Ha iniziato l'Istat, poi si è messo di mezzo il ministro Saccomanni, poi è arrivato il giudizio Ue sulla legge di Stabilità e le sue prospettive, con il governo Letta che proclama che "si va nella direzione giusta". Insomma la confusione regna sovrana. Capisco che l'economia non rientra tra le scienze esatte ma forse bisognerebbe ponderare il tutto, prima di dare dati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi