cerca

Giustizia, nihil sub sole novum

29 Ottobre 2013 alle 18:00

Apprendo dal Foglio.it che è stata depositata la motivazione della Corte d'appello di Milano, sul processo sui cosiddetti diritti tv, e ne leggo le brevi sintesi dei passaggi più rilevanti, avendo ancora in mente le note scritte accanto da Renato Brunetta. Che dire? Di che stupirci, se le opinioni ormai sono i fatti, come sottolinea questo piacevole e prezioso Foglio, perché il circuito mediatico-giudiziario, quello mediatico-finanziario e quello mediatico-culturale ruotano attorno alle opinioni, che volete, vedrete che anche domani sarà scontato leggere e ascoltare da quella stessa galassia le varie disquisizioni sulla sentenza che si baseranno sull’assioma indissolubile e indiscutibile che essendo tale di sicuro non può non avere il reato, e coincidenza sarà pure in armonia con le loro convinzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi