cerca

Legge di stabilità. Osserviamola con occhio cinico

17 Ottobre 2013 alle 12:00

Una cosa è chiara, finché il Pd e la sinistra in genere avranno l’incubo, l’ossessione di un Cav. comunque in gioco, il governo di servizio non potrà mai fare alcunché di strutturale. Solo piccolo cabotaggio tra continue diffidenze, indecisioni e sospetti reciproci. Viene però da sorridere se pensiamo ad un Bersani vincitore a febbraio e alla sua coalizione alle prese coi problemi attuali. Ce lo vedete Bersani che batte il pugno in Europa pretendendo di sforare al 6%, con un PIL a -1,7? Comico. Di una cosa sono sicuro: i miei 820 euro di Imu, li avrei pagati. Ma è una magra, egoistica consolazione. Perché non sfugge che nessun governo, tra quelli che il nostro parlamentarismo e la Carta ci consentono, coi vincoli intrinseci, obbligati dai nostri incancreniti grovigli di poteri, privilegi e benefit, con un debito pubblico di oltre duemila miliardi, con le continue ubiquitarie richieste di interventi pubblici, con una burocrazia che autoalimenta il suo potere con infinite lungaggini e triple, quadruple accavallarsi di competenze e disposizioni, coi sindacati più statalisti del mondo, con una Confindustria fatta da capitalisti assistiti, col rispetto obbligato del fiscal compact e, soprattutto con una materia prima, gli italiani, che maledicono il governo, lo Stato e poi lo invocano come salvatore, avrebbe potuto fare molto di più di quello che ha avviato Letta. Non è un giudizio, è solo una costatazione. Ce lo conferma il principio di realtà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi