cerca

Continuiamo ad appoggiare il Governo, anzi no!

17 Ottobre 2013 alle 16:00

E’ indubbio che Berlusconi sia un uomo comprensibilmente in difficoltà, per quanto gli è giudiziariamente capitato e per quello che potrebbe ancora capitargli. Legittimamente si candida a mantenere la guida del partito anche perché una sua rinunzia rappresenterebbe la dissolvenza del Pdl o Forza Italia, a seconda di come lo si voglia chiamare. Detto questo e proprio per questo , avrebbe bisogno intorno a sé di una schiera di consiglieri sinceramente disinteressati, che possano con moderazione e buon senso riequilibrare questo suo stato d’animo senza alcun interesse personale. Le oscillazioni di comportamento nei riguardi del Governo, che si sono verificate recentemente e che si ripropongono in questi giorni, indicano chiaramente che questa azione di supporto equilibratrice non esiste e ognuno approfitta per spingere il Cavaliere a fare l’esatto contrario di quanto egli stesso ha dichiarato solo due settimane fa. Questa labilità di comportamento politico, del resto non congeniale al Cavaliere , non giova né all’uomo né al partito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi