cerca

Quo vadis, Ecclesia?

16 Ottobre 2013 alle 10:20

Poco importa se a dare calci e pugni alla bara di un cristiano defunto fossero baciapile o anticlericali, atei devoti o agnostici rancorosi, neo-nazi o post-partigiani di ritorno in tutta fretta da Lampedusa: quello che disturba è la soddisfatta prepotenza di essere tutti nel giusto, senza rimorso su quel che non quadra. La politica sembra scolorire di fronte alla guerriglia in..."limine mortis", sembra piuttosto una guerra di religione. A costo di dire un'ovvietà: si stanno scannando sopra le spoglie di un reietto dall'uomo ma non da Dio. E' questa la chiesa di Bergoglio?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi