cerca

Nessun mistero

1 Ottobre 2013 alle 17:15

A me sembra chiaro, direttore, perché Repubblica e tanti altri giornali mondiali amano e s’inteneriscono per Bergoglio. La chiesa come ospedale da campo, piuttosto che l’enfasi sulla coscienza sono integrabili col mondo. Se la chiesa non ha più la pretesa di essere la via maestra perché combatterla? Una voce fra le tante e non “la voce” (pretesa o reale). I comunisti vedono nell’ospedale da campo di Bergoglio, e l’accento sull’indigenza di tantissime persone un alleato contro le forze oscure del capitalismo mondiale. I liberal americani o europei colgono il capitalismo compassionevole nelle stesse parole. E’ un paradosso, ma il vero problema del Vescovo di Roma è che piace a troppi. Troppi che alla fine non convertendosi e dopo aver distrutto i generi e le identità nazionali attraverso l’immigrazione selvaggia e altre diavolerie, manderanno le religioni nelle catacombe a partire da quella cristiana. Sta già accadendo e il processo è in accelerazione. Il sentimento, inalienabile nel cuore umano, è ridotto a telenovela sud-americana. Eravamo abituati alla “Strada” di Fellini o anche al Dottor Zivago, ma a “Terra nostra”, no.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi