cerca

Invito alla danza

26 Settembre 2013 alle 15:45

Leggo che a Torino debutta la messa ballata. Già ora, fra canti idioti alla Povia, che a sua discolpa non ha alcuna pretesa d’accompagnare la liturgia, a volte si fatica a non addormentarsi. Ora la messa ballata. Il corpo diverrà protagonista, così ho leggiucchiato. Distrazioni, verità o scemenze poco importa. Restasse confinato a Torino, mi spiace per gli amici di quella città, sarei felice. Purtroppo temo che si diffonderà. Occorrerà uno spirito forte e risoluto per assistere alla funzione. Io sono troppo debole. Devo riandare con la memoria a oltre un decennio fa per ricordare una celebrazione straordinaria, in un monastero Benedettino, scandita dal canto Gregoriano. Sapevi dov’eri, senza spiegazioni. L’attenzione e la rilassatezza, se così vogliamo dire, erano percepibili anche dal corpo. La fisicità, sembra un paradosso, era beneficiata dal canto e senza muovere un dito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi