cerca

ll teorema delle similitudini

16 Settembre 2013 alle 15:15

Secondo Popper un teoria scientifica è confutata da una sola contraddizione ingiustificata all'interno di essa. Non così avviene per il teorema, che è una costruzione giustificata con la stessa teoria. Così sono i teoremi giudiziari, costruzioni di fatti e testimonianze all'interno di una assunzione preventivamente congetturata; l'errore piuttosto che confutarli li rafforza con il sofisma, che la giustizia praticata dagli uomini è fallibile. Se i giudici non sono infallibili le loro sentenze non sono indiscutibili e se pure giungono a Cassazione non per questo cessano di essere false, se sono false. I giornali non hanno dato con il dovuto rilievo la notizia che Giovanni de Luise ha passato 8 anni in carcere da innocente, perché accusato da un testimone di essere stato lui il killer di un omicidio nella faida di Secondigliano , era solo rassomigliante al vero assassino.Se la condanna di un colpevole deve essere sentenziata al di là di ogni ragionevole dubbio, se ne deduce che i giudici non hanno allora dubitato assolutamente e che se la Giustizia divina (che ha a cuore la sorte degli infelici) ha fatto confessare solo ora il vero assassino questo non giustifica i giudici, che nemmeno adesso dovrebbero dubitare della loro certezza. Questo mette in discussione tutto il processo indiziario: Tortora fu condannato per aver trovato un suo omonimo nell'agenda di un camorrista, de Luise per essere somigliante al vero assassino, chi alzerà una colonna infame per infamare quei giudici che non potevano non sapere e pur usano questo stratagemma per liberarsi dei loro nemici?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi