cerca

Separazione dei poteri

28 Agosto 2013 alle 13:15

La "proposta Violante" appare ai più come un'intollerabile violazione del principio della separazione dei poteri, per non parlare poi della grazia presidenziale. Si è infatti diffusa in Italia una curiosa interpretazioine del citato principio che asslutizza il concetto di separazione, trasformandolo in una sorta di intangibilità di un potere (uno solo) da parte degli altri. La separazione dei poteri in sé non è però così essenziale: le cose andavano alla grande quando San Luigi giudicava sotto la quercia. Ovviamente però non tutti i re, e nemmeno tutti i giudici, sono santi e saggi come San Luigi, ed è essenziale che i poteri siano separati proprio perché ognuno di essi possa limitare i danni fatti dagli altri per mano dei moderni (poco) emuli di San Luigi. Ma questo sarebbe ovviamente impossibile se ogni potere fosse intangibile. La soluzione dell'arcano è, naturalmente, che i fan italiani della separazione dei poteri, più o meno consapevolmente, vogliono in realtà la sopraffazione degli altri due (rectius 1.5) poteri da parte di quello giudiziario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi