cerca

Moderati, tolleranti, decisamente leggeri!

28 Agosto 2013 alle 09:00

Italo Calvino, nel suo saggio pubblicato postumo Lezioni Americane, esordisce elevando la leggerezza fra le migliori virtù. Ma la leggerezza non è forse anche mancanza di serietà e di riflessione, superficialità, faciloneria, volubilità, incostanza, imprudenza, avventatezza? Forse si. Ma sono tutti peccati veniali se confrontati con la pesantezza delle verità assolute, dei fondamentalismi ideologici e religiosi, delle certezze che fanno il paio con l’onore, la giustizia, la fede, la patria. Sacre certezze che hanno sempre giustificato orrende atrocità, stragi, genocidi, milioni e milioni di morti. Allora ben venga la leggerezza col buon senso al disopra dei principi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi