cerca

Crisi della stampa

20 Agosto 2013 alle 09:00

Ogni movimento ha uno o più rappresentanti: Coehn-Bendit e Capanna ancora ci campano sulle passate glorie e persino dei Gruene - i Verdi todeschi, mannaggia alla dieresi! - si possono dire i nomi di chi li guida. Quando si scende giù per li rami, anche dei NoTav sai citare due o tre nomi. Poi il nulla, i pacifisti non sono rappresentati, sono un organismo collettivo che insondabilmente valuta quale sia la minaccia "alla pace ed alla stabilità mondiale" (nientemeno) e quale no: per il Nord Africa essi collegialmente, come i Borg di Star Trek, hanno deliberato che sta bene così. In queste codnizioni, deve essere un mestiere davvero ingrato, quello del giornalista.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi