cerca

A Berlusconi consiglio socratica serenità

19 Agosto 2013 alle 20:30

La vera forza di Berlusconi risiederà solo nella sua coerenza e la coerenza consiste nell’accettare fino in fondo , con socratica serenità, le conseguenze di una condanna ingiusta . Sembra paradossale ma è così. Qualsiasi altro comportamento compromissorio lo porrebbe definitivamente fuori dal gioco politico e lo squalificherebbe anche nei riguardi dei suoi sostenitori. Del resto lui stesso ha sempre sostenuto di essere un perseguitato di certa magistratura, la quale ,infatti, lo ha condannato in tre gradi di giudizio. Oggi opporsi alla pena o barattarla , ad esempio, con la tenuta del Governo, significherebbe rinnegare le battaglie di legalità fin qui condotte e condannarsi fatalmente all’oblio. Circa l’agibilità politica , è una questione che attiene ad altri, al PD innanzi tutto, il quale votando a favore della ineleggibilità di Belusconi dovrebbe poi spiegare ai suoi come fa a governare insieme al Pdl. Del resto la capacità politica è una legittimazione che viene dal popolo e non è certo una legge con applicazione retroattiva a poterla cambiare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi