cerca

Napolitano

14 Agosto 2013 alle 13:45

Più volte ho avuto l'occasione di esprimere tutte le mie riserve nei confronti di Napolitano e della sua instaurazione di una repubblica presidenziale, per giunta tra gli applausi di tutti. Alcuni tra i quali, per forza di cose, finiranno per fare i "polli". Su chi siano, se guardiamo a cosa ha portato questa nuova forma di governo, aggiungerei con modalità assai ben congegnate e perfettamente realizzate, non credo possano sussistere dubbi. Ma veniamo all'attualità... più attuale: il discorso di Napolitano sulla condanna. Come sempre, quasi sempre, il discorso è ineccepibile sul piano formale. Poichè il demonio si nasconde nei particolari a quei particolari vorrei dedicarmi. Il primo è quella sorta di clemenza 2.0 di cui parla. In sostanza sull'argomento Napolitano I dice che potrebbe in astratto concedere la grazia sua sponte ma che, per prassi, non lo farà. Detta da un presidente che ha instaurato una monarchia presidenziale devo ammettere che fa un certo effetto. Quanto al significato, anche e soprattutto politico, di una grazia concessa su implorazione rispetto a una grazia presidenziale non sollecitata non c'è necessità di precisazioni. Per non dire del fatto che, a seconda della grazia (le questioni relative alle pene accessorie) e dei tempi tecnici imposti il condannato sarà esposto, con certezza, al tiro al bersaglio (leggasi mandati di cattura e carcerazione preventiva) di tutti i magistrati che ben sappiamo. Secondo punto. Quel "va innanzi tutto ribadito che la normativa vigente esclude che Silvio Berlusconi debba espiare in carcere la pena detentiva irrogatagli e sancisce precise alternative". Se c'è una tratto comune nei messaggi di Napolitano è che non ci sono mai parole in più o in meno. Che senso aveva, allora, quella frase, in apparenza assolutamente pleonastica? A chi era indirizzata e, in particolare, perchè? Come se ci fosse un piano di scontro mai espresso da alcuno. Dagospia concluderebbe con un: ah, sparlo. Pardon: ah saperlo! Anche io.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi