cerca

Apolide

3 Agosto 2013 alle 12:00

Berlusconi condannato, io sono convinto sia una sentenza politica altri no. Punto. Facendo zapping per scegliere il programma da seguire mi ritrovo sulla 7, parla Polito e afferma che visto che Berlusconi è stato condannato adesso si potrà finalmente porre mano alla riforma della giustizia che è una cosa da tempo necessaria. La discussione prosegue azzeccando garbugli. Io ho spento. Non è possibile che in un Paese civile si possa affermare che la Giustizia e regolata in modo sbagliato ma dato che correggendo questo modo si potrebbe favorire un determinato individuo è logico lasciarlo così com’è fino a che non viene condannato. A tutti i commentatori sembra una situazione condivisibile. Mi vergogno di vivere in questo Paese, non ho la possibilità materiale di andarmene ma mi rifiuto di essere chiamato italiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi