cerca

A saper ben maneggiare le gride ...

24 Luglio 2013 alle 15:00

Leggo che la Corte Costituzionale ha motivato la dichiarazione di incostituzionalità dell’attuale formulazione dell’art, 19 dello Statuto dei Lavoratori sul rilievo che se la rappresentanza sindacale è limitata alle sole organizzazioni che hanno sottoscritto i contratti collettivi aziendali, si potrebbe arrivare all’assurdo di aziende ove non è ammessa alcuna rappresentanza sindacale in difetto di sottoscrizione di accordi collettivi. L’osservazione è acutissima. Mi chiedo solo perché quell’altissimo consesso non l'abbia formulata quando ammise il referendum abrogativo richiesto dai COBAS e da altre organizzazioni della sinistra che ha modificato la legge originaria, introducendo nell’ordinamento la norma ora dichiarata incostituzionale. Ricordo infatti molti casi di referendum richiesti e non ammessi perché l’abrogazione della norma avrebbe prodotto effetti non conformi al dettato costituzionale. Riesco a darmi solo queste due possibili risposte. 1) Nel 1995 (epoca del referendum richiesto dai COBAS) la Corte Costituzionale era distratta o non era all’altezza. 2) Non si può dar torto ai COBAS e men meno alla FIOM: con tutta l’acqua passata sotto i ponti dal 1995 a oggi si può riuscire a dar ragione a tutti e due. Del resto è noto che da sempre in Italia “a saper ben maneggiare le gride, nessuno è reo, e nessuno è innocente”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi