cerca

Appello accorato alle donne e agli uomini di (buona volontà)

16 Luglio 2013 alle 15:00

Ho la sensazione che, partendo dalla vicenda Miss Italia, siamo ritornati al periodo del puro vittorianesimo Fanfaniano nel quale le cosce delle Kessler dovevano essere coperte. Bacchettonismo puro. Moralismi da tribunali dell'inquisizione. Ma ho anche la medesima sensazione di un degrado, di una deriva, dei criteri della normalità dei comportamenti sessuali e dell'eros in pubblico, in cui solo le lobbies più potenti (quelle gay e le femministe residuali) stabiliscono ciò che è giusto od errato. So bene che è un terreno scivoloso questo, ma - se sento la Boldrini accennare non tanto alla trasmissione RAI soppressa (che fa schifo, per come è condotta, per come è e per come è noiosa) quanto al concetto "di uso del corpo della donna" senza alcuna contestualizzazione sociale, di mercato della pubblicità, delle metafore e degli stimoli subliminali, e senza approfondire nulla della fase storica che stiamo vivendo - io mi indigno, perchè sento l'odore di un Amintore in gonnella, conformista come negli anni '50. Da un lato ci ritroviamo una destra - fors'anche per i comportamenti di B. - che sembra schierata a difendere l'immagine di una donna oggetto. Dall'altro lato la sinistra è lacerata tra "il tutto è possibile meno che la donna nuda", altrimenti si dà ragione a B. e ai suoi schemi. Io non ho sentito una voce autorevole, di donna, lanciare un grido di libertà verso schemi "fastidiosi" ma attuali, parte della società moderna. Non ho sentito un accenno di un ruolo maturo della donna che superi la secca matematica delle pari opportunità numeriche di genere. Non ho sentito un gay, attivo partecipante a un qualsiasi Pride, che-oggetto come ironicamente si pone nella strada e nel corteo-abbia spezzato una lancia verso il concetto di "corpo", accettandone il contributo sostanziale. Perchè delle due l'una: se non si fa Miss Italia solo per i motivi detti dalla Boldrini, e non per la noia, allora voglio veder cancellate dalla RAI tutte le pubblicità di Dolce e Gabbana.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi