cerca

Si vendetta, tremenda vendetta

27 Giugno 2013 alle 10:00

Può darsi che non abbia capito nulla. Però la condanna di Berlusconi da parte di un collegio giudicante tutto al femminile che ha addirittura deciso per una pena più grave di quella richiesta dal Pubblico Ministero, anche lei donna, mi induce a questa riflessione. Al di la di Silvio Berlusconi, le sue spacconate e il suo vivere in Technicolor nello splendore del Cinemascope (certamente censurabili in un uomo di Stato), chi appariva essere il vero imputato in questa vicenda erano soprattutto le Olgettine e il loro modo di vivere. Non è infrequente che molte donne, soprattutto se provenienti dalla cultura femminista anni ’80, non facciano mistero del loro disprezzo per quelle altre donne che abbiano scelto strade differenti dall’impegno civile, politico o anche semplicemente professionale. In altre parole per una post femminista il modo di vivere delle Olgettine, il loro essere mantenute, i compromessi cui sembrerebbero disponibili per una speranza di carriera nel modo vacuo e futile della moda e dello spettacolo, è da condannarsi senza pietà. In tale visione manichea del mondo è però anche un fatto che le Olgettine non esisterebbero se non esistessero uomini (maschi) che in quanto ricchi con il potere del loro denaro sono necessariamente anche portatori di valori dissoluti (il denaro è lo sterco del diavolo) e dunque, per loro stessa vocazione, corruttori di costumi e, appunto, di Olgettine. Sicché non potendo condannare queste ultime per la loro scelta di vita (certamente esecrabile ma a cui sono state indotte dalla potenza corruttrice del danaro maschile) alle Giudici di Milano non restava che condannare Silvio Berlusconi. Lui, in quanto rappresentante del più becero potere maschile reso viepiù odioso dalla sua immensa ricchezza nei cui confronti nessuna pena è sufficiente a compiere la loro giustizia, neppure quella chiesta dalla Pubblico Ministero. Nulla di “politico”, dunque, nella sentenza di Milano. Solo “vendetta”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi