cerca

Tutelata a sua insaputa

26 Giugno 2013 alle 13:15

Se fosse vero che Ruby non ha fatto sesso con Berlusconi a pagamento, come del resto lei sostiene, chi si ostina a volerla tutelare giuridicamente colpendo il vecchio satiro che la circuì al tempo della sua minore età, passa attraverso la strada obbligata di doverle dare della puttana, per quanto minorile. E lo fa senza curarsi dell'onta che arreca, e se davvero la si volesse tutelare si eviterebbe tanto clamore, e si cercherebbe, anziché di incapacitare l’instancabile amatore, di costringerlo ad un risarcimento che morale certo non può essere, ma almeno materiale, sì. Ma nemmeno questo, perché la pena comminata non è a vantaggio dell’offesa puttana. Lui, il colpevole, comunque ci aveva già pensato da sé a risarcire le traversie di cui la marocchina si è dovuta far carico per un passaggio ad una cena, a un balletto in burlesque, a un giro di palo, o a una capriola sul lettone di Putin. L'uomo è generoso, si sa. E così la bella Ruby ha già ricevuto una cospicua prebenda in misura superiore a molte delle liquidazioni di tanti impiegati dopo anni di onorato servizio. Sarà più grata a Lui che non alle tante impiegate togate che la vogliono tutelare a sua insaputa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi