cerca

Ezio Mauro su Twitter

26 Giugno 2013 alle 10:45

E' talmente fatto di ego repubblichino e di prosopopea che non s'accorge neppure del senso di quello che twitta. Non capisce che osannare il "Ciò che conta è che si sia riusciti ad arrivare a una sentenza", toglie ogni valore e credibilità alla stessa? Ma per arrivarci occorre un cervello. Lo perdoniamo? Ma sì, lo dice anche il salmo: "Per i miseri implora perdono".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi