cerca

Calcio: roba da Uomini

20 Giugno 2013 alle 09:00

Gentilissimo Signor Jack O'Malley. Ha centrato il punto dei punti del calcio ( e forse dello sport). La visione dela Fifa e di Blatter del calcio come "spettacolo" è la radice e chiave del problema e della degenerazione dello stesso. E' stato trasformato - progressivamente - in una via di mezzo tra "Giochi Senza Frontiere" e il reality "Il Grande Fratello". Ricordo che due o tre "Mondiali di Calcio" or sono, si festeggiò guittamente ed effeminatamente la penetrazione di "share" tra le donne. Si riprenda come indice di successo (Key Quality Indicator o Key Pureness Indicator) il venir meno - altrettanto progressivo - dell'audience femminile. I commentatori hanno colpe gravi: sembrano usciti da "novella 2.000". Il calcio deve essere pesante, i calciatori non parlino (adesso fanno "sermoni" come Saviano, se ne è accorto?) e non si depilino le sopracciglia (qui calo un velo pietosissimo), gli allenatori certe volte sembrano "modelli di Armani in attesa di entrare in una discoteca dopo una sfilata da Pitti". Che il Calcio torni ad essere una cosa seria. Una roba per soli uomini. Per soli giornalisti uomini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi