cerca

Il flatus vocis dei valori non sfiora Papa Francesco

19 Giugno 2013 alle 19:30

Papa Francesco sa molto bene che non esiste un solo documento, della Chiesa Cattolica delle origini, di condanna della schiavitù; nondimeno essa scomparve a Roma all'avvento del cristianesimo. Infinite condanne esplicite dell'aborto da parte di Papi, Vescovi e preti non sono riuscite ad impedire al cattolicissimo politico Andreotti di firmare la legge 194. Eppure Ferrara richiama in un suo editoriale il grande gesto di Re Baldovino che si dimise pur di non fare quello che ha fatto il divo Giulio. Tuttavia Il mondo attuale ha soprattutto bisogno dello spettacolo della santità, come manifestò straordinariamente il re del Belgio. Eppure il suo non è stato un atteggiamento da eroismo di retroguardia, bensì la decisione più realista nella circostanza drammatica che aveva di fronte. Se veniva introdotta nel suo pese la legalizzazione di un crimine contro l'umanità, la sua regalità veniva negata e vanificata all'origine. Mi domando come Juan Carlos di Borbone possa ancora sentirsi il re cattolico di Spagna, dopo le leggi emanate da Zapatero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi