cerca

Pangermanesimo

12 Giugno 2013 alle 15:00

Ieri in Germania la Corte Costituzionale Tedesca ha iniziato un processo nei confronti della politica della BCE, per stabilire se tale politica sia o no contraria ai dettati costituzionali tedeschi. La cosa può anche sembrare normale ma viene spontaneo chiedersi perché, ogni volta che l'UE prende una decisione che, in qualche modo, modifica i modi di vivere dei cittadini UE, ci si sente dire" l'ha stabilito la UE, quindi va fatto". Questo significa che le decisioni UE sono cogenti per tutti i singoli stati. Allora così deve essere anche per la Germania, la BCE ha deciso una politica "salvastati" acquistando titoli di stato di diverse nazioni, non si capisce perché le Corte tedesca debba dire se va bene o no. Se la Germania sta in UE deve accettare le decisioni BCE, che non sono prese solo dal Governatore Draghi, ma da un comitato ad hoc che decide a maggioranza. Quindi se le regole valgono per tutti, anche la Germania si adegui, altrimenti è inutile che ci chiamiamo UE, ma dovrebbero chiamarla Impero tedesco. Oramai, abbiamo raggiunto un punto di non ritorno che va chiaramente contro le intenzioni dei padri fondatori dell'Europa. Oramai si va decisamente verso un prepotente sistema pangermanico che non può essere accettato da nazioni importanti come Francia, Inghilterra, Italia, Spagna ecc.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi