cerca

La sinistra condannata

31 Maggio 2013 alle 19:00

Questo persistente sbandamento a sinistra dei politici “riformisti” (?), è il motivo che, più di nuocere alla raccolta di una maggioranza democraticamente legittimata al potere, insidia gli ideali degli elettori liberi che della sinistra diffidano da decenni. L’Italia “proletaria e fascista” nacque proprio come reazione che, la sinistra “riformista” di tutte le latitudine, incuteva nel popolo centrista-conservatore (maggioritario). Un timore viscerale, confermato poi dalle brutture che quella sinistra staliniana, moscovita, bulgara, iugoslava, cinese, ungherese, laotiana, vietnamita, ecc. praticò sulla pelle dei dissidenti. Il totalitarismo genocida si nutrì del sangue di cittadini che alla sinistra opposero la loro libertà, conculcata e vessata in più riprese (a mo’ d’esempio, Imre Nagy in Ungheria, giugno 1958). L’abbattimento del “Muro di Berlino”, 9 novembre 1989, fu l’ultimo fallimento cruento che la sinistra esibì come conquista sociale di un ordine mondiale alimentato dalle lacrime degli oppressi. Già Kennedy, il leader della “Democrazia Occidentale”, il 26 giugno 1963, dal presidio “Checkpoint Charlie” della Berlino assediata dai comunisti, aveva indirizzato agli uomini oppressi della Germania dell’Est, il suo :«Ich / bin / ein / Berliner (sono un Berlineso)». Non è che dopo, gli elettori democratici del mondo libero, abbiano dimenticato le imprese vessatorie che la sinistra armata ha imposto ai popoli “SINISTRATI” (La storia è un giornale di bordo che rinnova le memorie). Ed è così che i BERLUSCONES del mondo si oppongono al “riformismo” vantato e temuto come una peste manzoniana. Benché le facce di Veltroni e di Barca, propagandate dal Mentana sodale, infondano il massimo della fiducia tranquillizzante. E lo stesso Renzi, giovane privo di storia anterograda, non è che possa cancellare le memorie che il partito di origine in cui milita trascina con ovattato silenzio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi