cerca

L'archiviazione della procedura d'infrazione

31 Maggio 2013 alle 21:00

Dopo la decisione Ue di archiviare la procedura d'infrazione per il rapporto deficit/pil, nella politica italiana sembra calare il silenzio o quasi. Prima sembrava che da questo evento dovessero essere decisi i destino dell'Italia del futuro. Poi il solito ritornello che non ci sono soldi. Sarebbe ora che ci fosse un po' di coerenza, in primis da quelli che ci hanno ripetuto per anni che con il taglio degli sprechi e dei privilegi i miliardi da recuperare sarebbero stati nell'ordine di miliardi e miliardi. Si, è vero: gli sprechi e i privilegi imperano imperterriti, ma se il governo vuole affrontare i problemi incominci con i decreti legge, i disegni di legge sono perdite di tempo o quasi. Dulcis in fundo: le considerazioni del governatore della Banca d'Italia sono la conferma della scoperta dell'acqua calda.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi