cerca

Richiesta sacrosanta dell'Osce

30 Maggio 2013 alle 18:15

Per fortuna in Europa esiste un Osce e un rappresentante che bacchetta l'Italia per un caso più che giusto, legittimo e lecito: condanna alla reclusione per il reato di diffamazione per cronisti e giornalisti. Il Sig. Dunja Mijatovic invia una lettera al nostro Ministro degli Esteri, Emma Bonino, rendendole noto che "in una moderna democrazia nessuno deve essere imprigionato per quello che scrive". Per la Corte di Strasburgo "la reclusione per il reato di diffamazione è sproporzionata e dannosa per una società democratica". La forte reazione contro l'Italia e contro la sua pigrizia, omertà, inettitudine a trattare argomenti scottanti come quello del carcere facile per i cronisti è sorta in maniera definitiva dalla Corte dei Diritti dell'Uomo, già intervenuta in merito più volte soprattutto dopo il caso eclatante della condanna di Alessandro Sallusti, Direttore de Il Giornale. Caso più unico che raro non equiparato alla colpa. Il caso Sallusti è stato superato da quello di Panorama il cui Direttore Mulé è stato condannato a otto mesi di carcere per omesso controllo. Già dal caso Sallusti l'Italia era stata messa al vento, e la sua risposta era stata che avrebbe dichiarato di trovare una soluzione in proposito. Al contrario è regnato il nulla, come sempre. E ogni giorno siamo bacchettati dall'Europa, anche e più volte ingiustamente. Ma questa volta giustamente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi