cerca

La Chiesa e l'otto per mille

29 Maggio 2013 alle 13:30

“Il Concilio Vaticano II ha fatto propria la centralità dell’uomo (rivendicazione di fondo dell’età moderna), la centralità del soggetto umano, della sua libertà, della sua persona, dei suoi diritti”. Ecco, credo che corollario diretto di questo antropocentrismo sia anche la sovraesposizione (a mio parere) della chiesa sul versante del solidarismo, della sua azione sociale, in senso pratico. Quella, tanto per capirci, illustrata così bene dagli spot sull’otto per mille. Che legge in un’ ottica sociologica concetti antichi: povertà, sofferenza, malattie. Cose importanti, la carità è un pilastro. Investe condizioni umane che, intendiamoci bene, non trovo nessuna ragione perché, anche, un cristiano non debba sentirsi coinvolto ad alleviare, a migliorare. Ma sono cose relative. Al di quaggiù. Quello che, conseguentemente, io credo sia andato via via sfocando, agli occhi di un osservatore, è l’altro pilastro, la centralità del compito della chiesa:la salvezza dell’anima. Che, ritengo, sia un compito sovrastante, che dovrebbe dare un senso e a cui dovrebbero essere sottoposti tutti gli altri. Quello che si riassumeva nella locuzione: extra ecclesia nulla salus (dell’anima, ovviamente). Questa cosa molto medievale, ma che sintetizzava con chiarezza la funzione della chiesa: annunciare il senso della redenzione. Un termine la cui semantica ha di pari passo perso spessore. Se non smarrito del tutto il suo significato. Confuso e intercambiato con quello più generico: salvezza. Ma non c’è salvezza senza redenzione. Chi saprebbe, oggi, cogliere l’etimo e il valore di quella parola? letteralmente “ricomprare ad un prezzo”: il prezzo del sangue versato sulla croce. Pagato per “ricomprare” le anime, affinché possano (fatto salvo il libero arbitrio) godere la pienezza della vera vita, che è quella di lassù. Operare metodicamente per quel fine, diffondere il senso delle scritture con una pedagogia rivolta a quel fine, è questo che mi pare sia andato affievolendosi o perdendosi. Non so se è un bene.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi