cerca

I grillini tra il sonno di Rosaspina e lo specchio Narciso

28 Maggio 2013 alle 11:54

Ci sono studi che raccontano cosa accade alle persone che vincono alla lotteria: colletti bianchi che si illudono di avere dentro il sacro fuoco d'impresa; cumulatori di contanti che si lanciano in spericolate speculazioni finanziarie; padri morigerati che si scoprono frequentatori di postriboli e consumatori di champagne e caviale. Ma quale che sia la direzione scelta, due sembrano essere le cifre che accomunano i vincitori per caso: il senso d'onnipotenza e il rapido tracollo. La politica contempla sia la cecità presuntuosa che la fine improvvisa. Gestire il successo è, infatti, più difficile che raggiungerlo perchè il Grande Balzo consuma la modestia e suscita un atteggiamento secondo il quale ci si autonomina sentinelle di ogni virtù etica e civica. Da che mondo è mondo si migliora, invece, solo attraverso la gradualità e metabolizzando i cambiamenti. Da questo punto di vista possiamo affermare che la sconfitta del Movimento rimanda alla disfatta del vincitore di lotterie. Li aspettavamo dopo settimane trascorse a barcamenarsi con le diarie e con la costante umiliazione della rappresentanza parlamentare, rivendicata come tratto identitario e alla fine forca caudina anche per molti parlamentari pentastellati. I grillini hanno dilapidato due terzi dei voti, con la velocità con cui li avevano incamerati. La vertigine del successo ha spinto il Movimento a guardarsi l'ombelico, a compiacersi dei penultimatum a una politica che trovava intelligente riparo nelle larghe intese, a fare di ogni militante un rivoluzionario a 140 caratteri più che a 24 carati. Paradossalmente il tracollo di ieri consegna al Movimento un’opportunità: uscire dal sonno di Rosaspina, cominciando a fare politica senza raccontare che per giocare a calcio è necessario utilizzare le porte da rugby, le regole del basket e le palle da tennis. E adesso cari grillini, arrendetevi: siete state disarmati. Da voi stessi prima che dagli elettori.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi