cerca

Stringiamoci a coorte

3 Maggio 2013 alle 11:00

“Perché non siam popolo, perché siam divisi”, perché lo spirito di appartenenza mal si adatta alle italiche genti, più aduse a badare allo “suo particulare”. Eppure, quando abbiamo saputo trovare lo spirito di appartenenza, abbiamo saputo scrivere pagine gloriose ed indelebili, sia nelle vittorie come ai mondiali di calcio, che nelle sconfitte come nella mai sufficientemente ricordata battaglia di El Alamein. In quelle situazioni tutti si batterono con uguale sacrificio e determinazione, senza critici defilati nè profittatori di ogni risma. Vinceremo sulla crisi se figure carismatiche riusciranno nel miracolo di risvegliare in tutti lo spirito di appartenenza. Arduo programma, ché neanche il lanternino di Diogene riuscirebbe a trovarle.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi